Via Carso, 114 – 31029 Vittorio Veneto (TV) – Tel. 0438.556128 – IBAN: IT 86 U 05035 61821 095570164935 VENETO BANCA S.c.p.A. Sede di Montebelluna (TV)
Cod. Tesoreria: 223 Conto Tesoreria: 317492 – conto corrente postale: 14795314
Codice Fiscale: 93005790261 - Codice Ministeriale: TVRH06000P - Codice Univoco Ufficio: UFUM4M (per pagamento Fatture Elettroniche)

Il Regolamento d’Istituto è lo strumento che definisce le regole di comportamento.

Esso riguarda gli studenti, i genitori e tutto il personale dell’Istituto. Tutti sono tenuti a rispettarlo e a chiederne il rispetto.

 

I criteri a cui si ispira il regolamento dell’Istituto sono:

  •            l’efficienza e la trasparenza: la legge 241/1990 è assunta quale riferimento fondamentale nella regolamentazione all’accesso alle informazioni. 

L’attività scolastica si conforma ai criteri di efficienza,  di efficacia e di trasparenza.

  •            l’imparzialità e la regolarità: la prestazione dei servizi è effettuata secondo criteri di obiettività ed equità garantiti dall’assunzione e dal rispetto di obiettivi comuni, dalla uniformità dei criteri di verifica e valutazione, dall’equa distribuzione delle risorse e dal sostegno alle situazioni di maggiore difficoltà. 

L’Istituto, attraverso le sue componenti, utilizza le risorse disponibili per garantire la regolarità e la continuità del servizio.

  •            il rispetto delle strutture e degli ambienti implica la responsabilità individuale e la corresponsabilità nella denuncia dei danni arrecati;
  •            il rispetto della continuità e dei tempi certi di lavoro per il gruppo classe o gruppo di lavoro e per il singolo studente;
  •            la possibilità di utilizzo delle strutture e degli ambienti da parte degli studenti, che garantiscono la loro partecipazione alle iniziative in Istituto;
  •            la partecipazione di tutte le componenti dell’Istituto alla gestione della scuola all’interno degli organi e secondo le procedure vigenti.

L’Istituto promuove le condizioni affinché la partecipazione delle diverse componenti sia effettiva e non solo formale; in particolare, si impegna a favorire le condizioni per una reale educazione alla democrazia e al confronto civile.

 

Fondamenti e diritti

  •            Gli studenti hanno diritto ad una formazione culturale e professionale qualificata, attenta ai bisogni formativi, che rispetti e valorizzi, anche attraverso attività di orientamento, l’identità di ciascuno e sia aperta alla pluralità delle idee.
  •            Ciascuno studente ha diritto ad una valutazione trasparente e tempestiva, volta ad attivare un processo di autovalutazione che lo conduca ad individuare i propri punti di forza e di debolezza e a migliorare il proprio rendimento. Per questo i docenti devono comunicare in tempi utili gli esiti  degli elaborati e delle prove orali.
  •            La scuola garantisce l’attivazione di iniziative finalizzate al recupero delle situazioni di difficoltà di apprendimento e di svantaggio. 
  •            Gli studenti hanno diritto ad essere informati in maniera efficace e tempestiva sulle decisioni e sulle norme che regolano la vita della scuola, sulle scelte relative all’organizzazione, alla programmazione didattica, ai criteri di valutazione, all’adozione dei libri di testo e del materiale didattico.
  •            Tutte le componenti della comunità scolastica hanno diritto di esprimere la propria opinione nelle sedi apposite. Gli studenti possono pronunciarsi, anche su loro richiesta, riguardo a tutte le decisioni importanti sull’organizzazione della scuola. Devono, quindi, essere posti nelle condizioni di poter discutere consapevolmente delle proposte formulate dalle altre componenti, di poterne formulare a loro volta e di concorrere alle decisioni finali.
  •            Tutte le persone appartenenti alla comunità scolastica hanno diritto a vedere rispettata in ogni situazione la loro dignità personale. I rapporti interni alla comunità scolastica si informano al principio di solidarietà.