Via Carso, 114 – 31029 Vittorio Veneto (TV) – Tel. 0438.556128 – IBAN: IT 86 U 05035 61821 095570164935 VENETO BANCA S.c.p.A. Sede di Montebelluna (TV)
Cod. Tesoreria: 223 Conto Tesoreria: 317492 – conto corrente postale: 14795314
Codice Fiscale: 93005790261 - Codice Ministeriale: TVRH06000P - Codice Univoco Ufficio: UFUM4M (per pagamento Fatture Elettroniche)

Percorsi integrati di ASL   (Alternanza Scuola/Lavoro – FSE – Laboratori della conoscenza)

L’intervento nasce dalla richiesta di raccordo tra mondo della scuola e mondo del lavoro da cui discende la necessità di potenziare occasioni di rapporto tra docenti, operatori del settore e aziende per migliorare e adeguare l’offerta formativa in relazione alle possibilità di impiego del territorio. In particolare gli studenti delle classi 4^ e 5^ conoscono solo parzialmente la realtà aziendale, come questa si rapporti con i cambiamenti socio – economici in atto e soprattutto quali siano le richieste, in termini di conoscenza e competenza, a cui dovranno corrispondere.

Dall’esperienza pregressa risulta necessario:

– accrescere gli elementi di indirizzo sviluppati nel corso di studi in relazione anche alle esigenze delle realtà produttive del territorio;

– offrire agli studenti occasioni di incontro/confronto/formazione con professionalità provenienti dal mondo del lavoro;

– migliorare le capacità degli studenti di individuare e selezionare le opportunità formative più coerenti con le proprie capacità e con i propri interessi;

– incentivare in modo sempre più crescente metodologie didattiche innovative incentrate su modalità di apprendimento basate sulle attività laboratoriali;

– sapersi destreggiare con flessibilità, professionalità per rispondere ai problemi con soluzioni in piena autonomia.

 

Il percorso di ASL prevede, ad integrazione del percorso curricolare, attività di stage in azienda finalizzate ad implementare conoscenze ed abilità acquisite in ambito scolastico, ma anche occasione di:

– ampliamento delle stesse secondo la modalità del “learning by doing”, in particolare per quanto riguarda l’acquisizione, il consolidamento e lo sviluppo di conoscenze tecnico-professionali in contesti produttivi;

– acquisizione di competenze relazionali, comunicative e organizzative finalizzate alla risoluzione di problemi;

– scoperta delle proprie vocazioni personali, degli interessi e stili individuali, da maturare “sul campo” e successivamente spendibili nel mercato del lavoro;

– offrire agli studenti la possibilità di accedere a luoghi diversi da quelli istituzionali per valorizzare le potenzialità personali e professionali in contesti di apprendimento informale e non formale;

– favorire il passaggio degli studenti al mondo del lavoro anticipando attraverso l’esperienza formativa, la valutazione circa la corrispondenza delle aspettative e degli interessi personali con gli scenari e le opportunità professionali che il mercato offre.

 

Il Collegio dei Docenti ha stabilito – attraverso il POF, le Linee guida e il “Progetto ASL” che, per l’orientamento professionale degli studenti e la loro introduzione nel mondo del lavoro, siano inseriti nella programmazione dei consigli di classe:

– momenti di approfondimento su lavoro, forme di lavoro e professioni per l’acquisizione delle conoscenze necessarie alla scelta di un impiego e alle relative possibilità di inserimento;

– visite guidate ad aziende di settore con caratteristiche di eccellenza finalizzate all’approfondimento conoscitivo delle diverse realtà e settori che costituiscono e compongono un’azienda, ciclo delle lavorazioni e figure professionali;

– incontri con esperti del settore ristorativo, enogastronomico e turistico;

– workshop dimostrativi e con attività laboratoriali;

– simulazioni di produzione di beni e/o servizi coerenti con l’indirizzo di studi in collaborazione con Enti e Associazioni del territorio, con la presenza di esperti;

– interventi sulla sicurezza e sull’igiene nei luoghi di lavoro, sul marketing degli eventi e dell’accoglienza innovativa.

Le attività complessive del progetto ammontano a 260 ore, comprensive dell’attività di stage in azienda da svolgersi nel periodo giugno – luglio 2012, e sono suddivise nel biennio:

–          per le classi quarte a.s. 2011-12 totale 160 ore

–          per le classi quinte a.s.2012-13 totale 100 ore.

Il progetto si sviluppa in diverse UFC (unità didattiche formative) specificatamente indirizzate a integrare il percorso curricolare, per lo sviluppo delle quali si farà ricorso a figure esperte del settore, rappresentanti di associazioni di settore, docenti dell’istituto, tutor aziendali e interni:

–          rispetto delle norme igienico – sanitarie nel settore di riferimento,

–          gastronomia e salute,

–          i servizi di banqueting,

–          tecniche di pasticceria,

–          tecniche innovative nella ristorazione (es. cucina molecolare, vaso cottura, intaglio),

–          gastronomia etnica,

–          organizzazione di un evento,

–          innovazione tecnologica nel settore ristorativo,

–          la relazione tecnica

Le modalità di diffusione sono diverse:

– attivazione di una sezione nel sito web della scuola per il “Progetto FSE” al fine di raccogliere vario materiale (foto delle attività svolte, brevi relazioni, articoli e/o altro);

– simulazione di un evento progettato, organizzato e realizzato dagli studenti;

– produzione di una relazione dell’esperienza formativa dello stage;

– consegna degli attestati di frequenza.